Oggi per le storie di sport torniamo a parare di calcio femminile. Abbiamo intervistato Alice e Elisa della ASD Gatteo Mare per saperne di più.

Parlateci del progetto ASD Gatteo Mare Femminile.

L’interesse a creare una squadra di calcio femminile a 11 a Gatteo Mare è nata in concomitanza di un evento importante: il decennale del campo sportivo in erba sintetica, sito in via Rubicone 65, che ospita gli allenamenti e le partite delle ragazze.

Il presidente della società, Attilio Nicolini, racconta con orgoglio lo sforzo che dal 2009 ad oggi ha permesso di creare un centro sportivo, che dal 2017 è diventato nuovo Centro Federale Territoriale di Forlì-Cesena. 

In questo quadro sportivo in continua crescita mancava ancora un tocco di rosa. 

Dopo diversi incontri tra la società e lo staff tecnico, si è raggiunto l’accordo che ha permesso a numerose ragazze, provenienti da diversi comuni della Romagna, di trovare una casa per continuare a praticare la loro passione: il calcio.

È nata così la squadra dell’ASD Gatteo Mare Femminile, impegnata nel campionato di Eccellenza dell’Emilia Romagna, che vede scontrarsi 13 formazioni dislocate tra Riccione e Piacenza.

Il rosso e il blu sono i colori ufficiali, gli stessi del comune di Gatteo; la seconda maglia, invece, è gialla e nera.

 

Dai vostri profilo social vediamo che dedicate molto tempo alla comunicazione: quanto è importante per voi e chi se ne occupa all’interno del club?

Ci siamo accorti che al giorno d’oggi, soprattutto le nuove generazioni utilizzano i social come principale canale comunicativo. Quindi abbiamo pensato di dover sfruttare al meglio questi mezzi per poter raggiungere un pubblico più ampio. 

Il contenuto diffuso sui nostri canali social è stato studiato e pensato, a livello societario, per trasmettere informazioni, non solo attinenti alla realtà del Gatteo Mare Femminile, ma con uno sguardo lungimirante verso quello che è diventato un vero e proprio fenomeno mediatico: il calcio femminile. 

Il nostro team addetto alla comunicazione è composto da alcune giocatrici, che con passione hanno deciso di dedicarsi alla promozione della squadra affinché abbia una maggiore visibilità soprattutto a livello locale, e perché no, nella speranza che sempre più persone abbiano gli strumenti per conoscere anche il mondo del calcio dilettantistico.

Attraverso i social ci auguriamo di poter raggiungere anche bambine e ragazze che sognano di indossare gli scarpini e scendere in campo, con il supporto dei genitori che invitiamo ad interessarsi in prima persona.

Dopo i mondiali del 2019 sembra esserci stato un boom di interesse per il calcio femminile, avete visto un cambiamento in termini di interesse per la disciplina?

La partecipazione dell’Italia ai Mondiali di Calcio Femminile 2019 in Francia è stata importante per l’improvviso interesse verso questa disciplina, ma ancor più determinante è stata la mancata qualificazione dei colleghi ai Mondiali di Russia 2018, che ha focalizzato l’attenzione sulla Nazionale di Milena Bertolini. Il contributo della Rai e di Sky ha permesso di trasmettere in diretta tutti i match, dalla fase di qualificazione alla finale, facendo appassionare il pubblico da casa e forse spingendolo ad informarsi per saperne di più. Ci teniamo a precisare, però, che il cambiamento è iniziato già da prima, a partire dai provvedimenti che hanno obbligato i club maschili professionisti e non, ad avere una propria squadra femminile. La naturale conseguenza di questa decisione legale è stato un aumento esponenziale di tesseramenti di ragazze anche nelle società già esistenti. 

 

Se poteste dire qualcosa alle tante bambine che vorrebbero giocare a calcio ma che ancora vedono degli ostacoli a livello “sociale”, cosa direste?

Credici sempre e non mollare mai!”, queste sono le parole che potremmo rivolgere a qualsiasi bambina che voglia avvicinarsi al mondo del calcio. Tuttavia ci chiediamo: sono loro a preoccuparsi dei giudizi altrui, o piuttosto gli adulti? A loro ci sentiamo di dire che ci sono state e ci sono ragazze più grandi che ogni giorno si stanno impegnando in prima persona per far valere i loro diritti e per lasciare in eredità alle nuove generazioni solide certezze per il loro futuro calcistico.

Obiettivi per il futuro?

Per quanto riguarda l’ASD Gatteo Mare Femminile, l’intento è sicuramente quello di affrontare al meglio il campionato di Eccellenza 2019-2020 e di porre le basi per proseguire questo progetto nei prossimi anni. Sappiamo che le realtà femminili a livello locale devono la loro longevità al costante supporto degli sponsor e alla passione delle ragazze che, purtroppo, non hanno ancora un riconoscimento a livello professionale; in ogni caso, ci auguriamo che questa società appena nata possa porsi ogni anno obiettivi più ambiziosi.

Nel nostro piccolo, speriamo di contribuire, attraverso il nostro esempio in campo e  i nostri canali social, a diffondere l’interesse per il calcio femminile che, crediamo, ha tanto da insegnare a grandi e bambini.